10 curiosità sulla birra

(dell’Oktoberfest e non solo)

È La birra più costosa e più forte del mondo. La Germania è la campionessa del mondo nel bere birra? Be ‘quasi… Da 11 a 12 Euro per una birra, non è cara? Dipende con cosa la confronti. La birra fa male? Questa è una leggenda metropolitana!
Scopri qual è la famosa gravità originale, perché è stato emanato l’Editto di Purezza e dove ti può essere prescritta una birra!

1. Campioni del mondo nel consumo di birra: una sorpresa!

La Germania è la campionessa mondiale nel bere birra, o almeno così potresti pensare, soprattutto quando sei all’Oktoberfest. Ma non è così.
I cechi hanno il più alto consumo pro capite di birra pari a 143,3 litri all’anno (2016). Anche contanto l’Oktoberfest con i suoi circa 6 milioni di litri di consumo di birra, nulla cambia il fatto che, con 104 litri pro capite all’anno, la Germania si colloca solo al quarto posto nella lista dei bevitori di birra, dietro Namibia e Austria.

2. Campione del mondo per produzione di birra

Anche se i tedeschi non sono campioni del mondo nel bere birra, hanno comunque un titolo: sono i primi nella produzione. In Germania si trovano oltre 1.300 birrifici e più di 5.000 marchi di birra, la maggior parte dei quali in Baviera.

3. La birra fa bene!

Dopotutto, è composto da circa il 93 percento di acqua! Ma non solo: la birra contiene molti minerali come calcio, fosforo, magnesio e potassio. Ha anche varie vitamine del gruppo B (o, per aiutarti a ricordare: vitamine della birra!). E, naturalmente, la birra è una specialità puramente vegetale e vegana.

4. La birra più forte del mondo

Non è qualcosa che ti puoi bere a cuor leggero alla fine della giornata lavorativa in un bar. Per prima cosa, dovresti trovare qualcuno che ti riporta a casa e poi come divertimento sarebbe un po’ costoso: lo Schorschbock, proveniente da Gunzenhausen dallo “Schorschbräu della Media Franconia”, è una birra con il 57% di alcol e un boccale costa 603 Euro. La buona notizia è che c’è una bottiglietta da degustazione da 4cl che costa “solo” 24,90 Euro.

5. La birra più costosa del mondo

Pensate che un prezzo di vendita da 11 a 12 Euro, o anche più di oltre 600 euro come il già citato Schorschbock, sia troppo? Niente affatto. Il vincitore di un’asta in Gran Bretagna nel 2009 ha sborsato circa 22.000 Euro al litro per acquistare una bottiglia di Löwenbräu lager del 1937. La birra non è più bevibile, ma la storia è emozionante: la birra è sopravvissuta allo schianto dello Zeppelin di Hindenburg il 6 maggio 1937 vicino a New York.

6. Il grado alcolico della Birra Wiesn: cos'è la gravità originale?

La birra Wiesn mantiene nel tempo la sua gravità originale (detta anche densità primitiva) e la percentuale di alcol, ma cosa significa tutto questo? La gravità originale descrive il contenuto di nutrienti della birra prima della fermentazione. È prodotta dal chicco di malto, il cui amido diventa zucchero durante il processo di ammostamento. Anche proteine, amminoacidi e vitamine fanno parte della gravità originale. Servono come nutrienti per il lievito: maggiore è la gravità originale, più il lievito può fermentare, il che a sua volta si traduce in una maggiore gradazione alcolica. La birra Wiesn più forte è la birra Hofbräu, con il 13,7% di gravità originale e il 6,3% di alcol.

7. L’ Editto di Purezza: perché è stata emanata?

Tutti conoscono la legge bavarese sulla purezza del 1516, secondo la quale solo l’orzo, il luppolo e l’acqua sono ammessi nella birra. Ma perché è stato effettivamente emesso? Per prima cosa per la regolamentazione dei prezzi della birra e poi perchè sarebbe stata più facile una regolamentazione se fossero stati consentiti solo questi tre ingredienti. Tre soli ingredienti mettevano al sicuro i cittadini in particolare dai “Grut”, ingredienti esotici come anice, cumino, ginepro, ma anche funghi velenosi. Oggi in commercio si trovano ancora birre preparate con ricette del XIII secolo che si chiamano proprio “Birre Grut”.

8. Chi ha inventato la birra?

No, non sono stati i bavaresi. Probabilmente sono stati i Sumeri della Mesopotamia, nell’odierno Iraq, nel quarto millennio prima di Cristo. Secondo la leggenda, dobbiamo al caso la nascita della birra. Le focacce di orzo e grano venivano messe a bagno in acqua, forse per rendere più facili da mangiare ai malati. La sostanza iniziò a fermentare e la polpa sviluppò un effetto inebriante. Se il paziente stesse meglio o peggio dopo il consumo non è dato sapere.

9. Birra su prescrizione

“Può prescrivermi una birra, dottore?” Sembra uno scherzo da bar, ma è la verità: la birra aiuta i pazienti con disturbi urologici a pulire i reni e ad eliminare le tossine. Non dovrebbe essere consumata troppo fredda e se può o no contenere alcol dovrebbe essere deciso dal medico o dal farmacista. Ancora una volta, non è prescrivibile in Baviera, ma solo nella Repubblica Ceca e in Polonia.

10. La storia della birra forte

La birra dell’Oktoberfest o birra Wiesn è abbastanza forte (con un alto contenuto di mosto originale), ma non è l’unica birra forte (Bock) in Baviera: in primavera, durante la Quaresima, ci sono birre più forti. Puoi intuirlo dal nome, che finisce sempre con “-ator”: Celebrator, Salvator o Animator per esempio. Furono i monaci, con un trucco, a lasciare che la chiesa permettesse di bere queste birre, perché l’alcol era effettivamente vietato durante la Quaresima. Mandarono a Roma un carico della loro birra del digiuno quaresimale ma durante il lungo viaggio, la birra si rovinò e quando il Papa la provò, la trovò così liscia e insipida che diede il permesso di poterla bere anche in Quaresima.

I migliori hotel da prenotare

Non solo Oktoberfest: cosa fare a Monaco

fonte Oktoberfest.de
Dovresti leggere anche

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.