I Costumi dell’ Oktoberfest

Perché i bavaresi si vestono in abiti tradizionali?

Oktoberfest

I Costumi dell’ Oktoberfest

Una delle cose che colpisce quando si arriva nei dintorni dell’Oktoberfest, e si è ancora sobri, è l’abbigliamento di buona parte dei presenti.
Sono moltissime le persone che vestono i costumi tradizionali bavaresi: alcuni  per necessità: camerieri, musicisti e personale vario, altri per piacere.
L’origine di questi costumi è, come spesso accade, popolare. Si tratta per lo più degli abiti di tutti i giorni utilizzati dai contadini e dagli allevatori della Bavaria o del così detto “abito delle feste” che veniva utilizzato nei giorni di festa comandata, per matrimoni, funerali o ricorrenze.

In antichità, in molte popolazioni del bacino mediterraneo e non solo, era proibito scambiarsi d’abito tra persone diverse e assolutamente vietato per le donne indossare abiti maschili.
Una proibizione così forte, da essere considerata da molte popolazioni alla stregua di un tabù, probabilmente ha origine nel fondamentale ruolo sociale svolto dagli abiti. È il vestito, infatti, che in antichità fa i monaco, ma fa anche il contadino, in nobile, il notaio, il carpentiere. È dalla foggia e dai colori utilizzati nell’abbigliamento che è possibile identificare il lavoro e il ruolo sociale di una persona. (Da qui il divieto di non modificare abito per evitare che un carpentiere venisse interpellato come notaio o medico o viceversa!)

Questo è valido anche per i costumi tradizionali bavaresi in cui la qualità dei tessuti e della decorazione identifica lo stato sociale di coloro che li indossano, infatti la struttura generale del costume è molto simile per tutti gli abiti maschili e femminili:
L’abito maschile è composto di varie parti: i pantaloni di pelle (Lederhosen) sono nati come abito da lavoro, ma ora possono essere anche molto costosi a seconda della qualità della pelle. Possono essere di varia lunghezza, ma generalmente ogni uomo ne ha 2: uno fino al ginocchio e uno sopra il ginocchio.
Le bretelle: Uno strumento così obsoleto in italia assume in Baviera un’importanza incredibile. Alcune bretelle vengono tramandate di padre in figlio per generazioni, e la pettorina centrale può essere decorata con stemmi o simboli rilevanti per la famiglia,  sempre a sottolineare il legame tra abito e identificazione sociale.
Le calze: di lunghezza variabile a seconda del tipo di pantalone
La camicia: bianca o a quadri, di stoffa grezza può essere vestita con un gilet, un cardigan o il loden a seconda della temperatura.
Il cappello: Il copricapo bavarese meriterebbe un’area a parte, data la sua importanza. Prima di tutto, una volta indossato, il cappello non va tolto, nè al chiuso, nè a tavola. Il cappello rappresenta una vera e propria carta di identità capace di dire molto sul proprietario.
Il tipo di decorazione ci dirà infatti se chi ci sta sotto è un cacciatore di uccelli o di animali e quanto è bravo nella sua passione (la piuma del cappello sarà più o meno lunga…). Piccoli trofei di caccia, piume, becchi, code, troveranno posto, oltre che sulla catenella tradizionale che pende dalle bretelle, anche sul cappello come vanto e distinzione.

Prenota un hotel all'Oktoberfest

 

oktoberfest 2013

Il Dirndl

L’abito femminile “con grembiule”, Dirndl non è meno complesso di quello maschile e ha avuto una storia e un’evoluzione abbastanza simile.
Si tratta del costume tradizionale delle donne del popolo divenuto in epoca imperiale la divisa delle serve e delle cameriere (e ancora oggi è facile essere serviti al pub da cameriere in Dirndl).
L’abito è composto da:
Gonna: Originariamente molto semplice, la conciatura delle stoffe offriva in passato colori limitati, oggi può variare in fantasie e lunghezza, da gonne alla caviglia a quelle vertiginosamente sopra il ginocchio e comunque arricchite da calze di pizzo di foggia e lunghezza variabile a seconda del tipo di gonna.
Sulla gonna va un grembiule di pizzo bianco che ancora una volta rivela la sua importante funzione sociale: se il nodo del grembiule è annodato a sinistra la ragazza è sentimentalmente libera, mentre un nodo a destra indica una situazione impegnata.
La camicia: a maniche lunghe o corte è sempre e comunque molto scollata, a prescindere dalla situazione o dall’età della donna.
Sopra la camicia, a seconda della stagione possono essere indossati gilet, cardigan, maglie ecc.
Conclude il costume tradizionale cappello che può essere decorato, similmente a quello maschile, con ciondoli o piccoli “trofei”: piume d’uccello, medaglie ecc. Medaglie e collane possono essere utilizzati come accessori decorativi anche del décolleté.

oktoberfest 2013

Hotel Consigliati

Hotel Insel Mühle

Hotel Insel MühleSituato in una zona tranquilla della periferia di Monaco, pur essendo vicino alla stazione della S-Bahn (ferrovia suburbana) di Untermenzing, questo i [...]

Landgasthof Deutsche Eiche

Landgasthof Deutsche EicheSituato nello splendido quartiere Lochhausen di Monaco, a soli 12 minuti in treno dal centro della città, questo hotel in stile rustico offre le piet [...]

Hotel Rivoli

Hotel RivoliSituato a soli 100 metri dalla stazione ferroviaria di Harras e ad appena 3 fermate di treno dalla stazione ferroviaria di Monaco, l'Hotel Rivoli offr [...]

Hotel Graf Lehndorff

Hotel Graf LehndorffQuesto hotel dista 2 minuti dall'autostrada A94 e 5 minuti a piedi dalla stazione S-Bahn di Riem, e offre camere silenziose con connessione internet g [...]

Westend Hotel (ex Hotel Kurpfalz)

Westend Hotel (ex Hotel Kurpfalz)Situato in una zona residenziale nel centro di Monaco di Baviera, questo moderno hotel si trova a soli 5 minuti a piedi dalla stazione della metropoli [...]

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.